Infiammazione da cibo

 

Erroneamente chiamata intolleranza alimentare, per infiammazione da cibo si intende quell’insieme di disturbi che si presentano a seguito dell’assunzione costante di un determinato tipo di alimento.

Numerose ricerche scientifiche, dal 1860 ad oggi, hanno permesso di capire i meccanismi fisiologici e molecolari alla base di questo disturbo.
Prima di procedere cerchiamo però di chiarire qual è la sintomatologia tipica di un’infiammazione da cibo.
 

Quali sono i sintomi di una possibile infiammazione da cibo?


I sintomi più comuni interessano diversi apparati dell’organismo:

•    Sistema digerente: gonfiore e dolore addominale, nausea, stipsi, diarrea e meteorismo;
•    Sistema respiratorio: sinusite, asma, olfatto alterato e faringiti o laringiti recidivanti;
•    Sistema nervoso: cefalea, emicrania e stanchezza;
•    Sistema cardiovascolare: tachicardia e ritenzione idrica;
•    Cute: eruzioni cutanee, acne, eczema e orticaria;
•    Apparato genitourinario: cistiti e vaginiti;
•    Apparato muscolo-scheletrico: crampi e artriti.

In base alla genetica dell’individuo si possono manifestare più sintomi insieme e di diversità intensità, con tendenza alla cronicizzazione col passare del tempo.
 

Cos’è l’infiammazione da cibo?


L’assunzione di alcuni alimenti, a discrezione della sensibilità dell’individuo a livello genetico, può causare uno stato infiammatorio che, prolungandosi nel tempo, può portare a danni tissutali.

Alcune componenti alimentari (come il glutine) possono infatti funzionare da antigeni e innescare una risposta immunitaria nell’organismo
In particolare si può assistere ad un aumento di citochine pro-infiammatorie a livello del sangue che induce il reclutamento delle cellule e delle molecole dell’infiammazione (linfociti, macrofagi, anticorpi,…) che, stimolate di continuo, portano ad una cronicizzazione della malattia e quindi ai sintomi sopra descritti.
 

Cosa fare in caso di infiammazione da cibo?


Se si presentano alcuni sintomi o segnali e si ha il sospetto di aver sviluppato un infiammazione da cibo è necessario accertarsene.
E’ sempre importante consultare il proprio medico o informarsi con uno specialista ed evitare cure “fai-da-te” eliminando cibi che si sospettano essere “dannosi”.

Per avere una diagnosi certa dell’infiammazione sono stati sviluppati numerosi test tra cui il TEST DI RECALLER, semplice e rapido da effettuare anche nella nostra Farmacia Franceschi.
 

Recaller Food Inflammation Test: 


Recaller Food Inflammation Test è un test innovativo e scientificamente all’avanguardia che valuta il livello di infiammazione presente nell’organismo e il relativo profilo alimentare personale. 

Il test si basa sul dosaggio delle citochine BAFF e PAF e delle Immunoglobuline G (IgG).

Il BAFF è prodotto da cellule del sistema immune ed particolare dalla mucosa intestinale, quando alcune componenti molecolari del cibo sono sostanze antigenich. Il PAF deriva da fosfolipidi di membrana delle cellule dell’infiammazione e dell’ipersensibilità. 

La lettura dei valori di IgG segnalano una eventuale reazione immunologica a uno o più gruppi alimentari, identificati secondo le abitudini alimentari (latte, glutine/frumento, lieviti o sostanze fermentate, nichel e oli cotti). 

All’interno del referto medico, redatto da un team di medici specialisti con anni di esperienza nello studio della relazione tra cibo e infiammazione, viene suggerita una dieta di rotazione, che ricalca l’impostazione alimentare dello svezzamento infantile, con la differenza che oltre ai pasti con gli ingredienti consigliati vengono indicati anche dei pasti liberi.
Durante questi pasti liberi è necessario inserire anche i cibi infiammanti, per riattivare la tolleranza: anche in caso di disturbi vanno ridotte le quantità ma non eliminate. 
 

Come si effettua il test? 


I test Recaller sono dei finger-test, si eseguono in totale sicurezza tramite un semplice e veloce piccolo auto-prelievo dal polpastrello effettuabile da chiunque.
Il campione così ottenuto viene inviato in forma anonima e nel pieno rispetto della privacy presso il laboratorio specializzato GEK Lab. 

I risultati delle analisi di laboratorio vengono successivamente validati e refertati dallo staff medico di Recaller.
 

Prenota il tuo test!

 

Altri articoli

  • Festeggia la Santa Pasqua

     Con le colombe pasquali e tutti gli altri dolci del periodo accompagnandoli con Vermouth Franceschi! Offerta pasquale sul formato da 500 ml

     
  • Mani fissurate, ragadi e dermatite

     L’inverno è una stagione difficile. La mancanza di sole e le temperature più rigide favoriscono la comparsa di screpolature e fissurazioni sulla pelle che sono spesso frutto di una carenza minerale e vitaminica significativa. 

     
  • L'orticaria non risponde agli antistaminici?

     L'orticaria è una manifestazione di allarme che segnala all'esterno, sulla pelle, qualche squilibrio nel contatto con alimenti, farmaci, inquinanti o sostanze diverse.

     
  • Perché l'acido folico è così importante?

     Una corretta integrazione di acido folico durante la gravidanza è importante per prevenire i difetti di chiusura del tubo neurale del nascituro, insieme a tutta una serie di altre possibile malformazioni...

     
  •